Ha la passione dell'imprevisto. È un Dio in agguato

«La parola di Dio! È un ferro rovente la parola di Dio. E tu che la insegni vorresti pigliarla con le molle per non bruciarti, non la afferreresti a piene mani? Lasciami ridere: un prete che scende un po’ ringalluzzito ma contento dal pulpito di Verità, con la bocca a culo di gallina, non ha predicato, ha fatto le fusa se mai. Bada che può capitare a chiunque: siamo dei poveri dormienti, e certe volte che fatica del diavolo svegliarsi! Anche gli apostoli, comunque, dormivano a Getsemani. Ma insomma bisogna distinguere. E capirai anche che chi si scalmana e suda come un facchino non sempre è più sveglio degli altri, no. Dico soltanto che quando per caso il Signore mi cava fuori una parola che è utile alle anime, la capisco dal male che mi fa»

(G. Bernanos, Diario di un curato di campagna)

hot iron

Che farsene di farfalle infilzate nelle vetrine dei vocabolari?
Nessuna trattativa col Cielo
Di un carcere così provo eufemisticamente terrore
Danni collaterali


 APPUNTAMENTI

12080959 10206294507375909 1672699059 nDomenica 18 ottobre 2015, alle ore 18.30, presso L’angolo dei Lettori in piazza dei Signori, a Verona, don Marco Pozza  presenterà il suo nuovo libro “L’agguato di Dio” (ed. San Paolo).
Dialoga con l’autore Paolo Ambrosini, presidente di Ali Verona (Associazione Librai Italiani)


 Venerdì, 30 ottobre 2015, alle ore 20.30, presso la chiesa parrocchiale di S. Cristoforo Martire di Cogollo del Cengio (Via don Luigi Agostini, 1, 36010, Cogollo del Cengio, VI, IT), don Marco Pozza presenterà in anteprima il suo nuovo libro “L’agguato di Dio“, edito da San Paolo. Con la partecipazione di Lucia Ascione, conduttrice di Tv2000.

L’AUTORE – Marco Pozza (1979) è sacerdote, teologo e scrittore. Cappellano presso il carcere Due Palazzi di Padova, ha sposato una frase di san Giovanni XXIII: «Non siamo al mondo per custodire un museo, ma per coltivare un giardino». Con il linguaggio della poesia ed uno stile di sorpresa, ha scelto di abitare le periferie più estremi, laddove il contrasto tra vita e morte è più ardito ed appassionato. I suoi romanzi – Penultima lucertola a destra (2011) e Contropiede (Edizioni san Paolo, 2012) – viaggiano veloci, sulle ali del passaparola di chi in essi s’imbatte.
DESTINATARI – Un autore capace di parlare a credenti e non credenti.


Buona settimana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy