Ha la passione dell'imprevisto. È un Dio in agguato

Carissimi,
incomincia il periodo dell’anno più ricco di grazia, che dal Mercoledì delle Ceneri ci porta alla Pasqua della Resurrezione. Dovrebbe essere l’identikit del nostro itinerario cristiano.
Si parte con l’anima piena di rimorsi, di peccati e di stanchezza e si giunge nell’estuario della luce e della speranza. Perché tutti sappiamo che il dolore, la morte, la malattia non sono stagioni permanenti della vita, ma sono passaggi che ci introducono nella gioia che non ha tramonti.
La mia esortazione quindi, di amico e di vescovo, è che affrontiate sin dall’inizio, con animo deciso al cambiamento, questo tempo di salvezza.
Perché non progettate un po’ di digiuno, un po’ di preghiera in più, semplice e autentica che vi metta in rapporto vero con Dio? Gli altri atteggiamenti penitenziali propri della quaresima potrebbero esprimersi rinnovando i rapporti con le persone, riscoprendone il volto, facendo la pace. Tutto il resto è chiacchiera.
Un capitale grossissimo da investire sul versante della nostra crescita comunitaria è quello che ci viene offerto dai nostri sofferenti.
[…]E ora desidero rivolgermi ai giovani. […] Sono certo che il bisogno di vedere il volto di Dio e ascoltarne il messaggio, prevalga su tutte le altre gratificazioni di amicizia, d’incontro, di tenerezza, di festa che permeano questi nostri raduni settimanali. Comunque, cari giovani, un affettuosissimo saluto ed un augurio per tutte le cose belle, i progetti, gli affetti che coltivate nel cuore.
Per tutti voi, carissimi fedeli, il Signore faccia il pieno già in anticipo della gioia che si sprigionerà dagli otri della Pasqua.
(don Tonino Bello)

deserto

Gli ultimi contributi pubblicati:
Con mille anni di ritardo. Con mille anni d’anticipo
Un grosso gradasso grasso. Eppur sensuale
La magia intangibile della musica e la Bellezza
Tana libera tutti
La Quaresima è la stagione del bucato


I prossimi appuntamenti

*Giovedì 18 febbraio 2016, alle 9, avrà luogo, presso il Centro Parrocchiale Ferrarin (Piazza del Giubileo 6, 36016, Thiene, VI, IT), il terzo incontro del corso sui Sette Sacramenti dal titolo “Le provviste di miele“.

Alle ore 20.30, avrà luogo il sesto incontro del corso di teologia “Gesù di Nazareth. I passi scalzi della bellezza“, presso l’Oratorio di Ponte di Piave (Via Roma, 64 – Ponte di Piave, TV). 

* Venerdì 19 febbraio 2016, alle ore 20.30, avrà luogo, presso il Centro Parrocchiale Ferrarin (Piazza del Giubileo 6, 36016, Thiene, VI, IT) , il terzo incontro del corso sui Sette Sacramenti dal titolo “Le provviste di miele“.

* Sabato 20 febbraio 2016, alle ore 18.30, Messa alle 18.30 con la comunità parrocchiale di Farra di Soligo (TV). A seguire, alle 20.30, presentazione del libro L’agguato di Dio presso l’auditorium


Buona settimana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy