Ha la passione dell'imprevisto. È un Dio in agguato

Una storia racconta di due amici che camminavano nel deserto; in qualche momento del viaggio cominciarono a discutere,
ed un amico diede uno schiaffo all’altro, questi molto addolorato, ma senza dire nulla, scrisse nella sabbia :
IL MIO MIGLIORE AMICO OGGI MI HA DATO UNO SCHIAFFO

Continuarono a camminare, finché trovarono un’oasi, dove decisero di fare un bagno. L’amico che era stato schiaffeggiato, rischiò di affogare, ma il suo amico lo salvò. Dopo che si fu ripreso, scrisse su una pietra:
IL MIO MIGLIORE AMICO OGGI MI HA SALVATO LA VITA

L’amico che aveva dato lo schiaffo e aveva salvato il suo migliore amico domandò: – Quando ti ho ferito hai scritto nella sabbia, e adesso lo fai su una pietra. Perché?
L’altro Amico rispose:
Quando qualcuno ci ferisce dobbiamo scriverlo nella sabbia, dove i venti del perdono possano cancellarlo.
Ma quando qualcuno fa qualcosa di buono per noi,dobbiamo inciderlo nella pietra, dove nessun vento possa cancellarlo.

IMPARA A SCRIVERE LE TUE FERITE NELLA SABBIA ED A INCIDERE NELLA PIETRA LE TUE GIOIE.

(Anonimo)

Buongiorno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy