Ha la passione dell'imprevisto. È un Dio in agguato

Noi che la
penitenza era "dire fare baciare lettera testamento"; noi che dopo la prima
partita c’era la rivincita, poi la bella, e poi la bella della bella; noi che
ci divertivamo anche facendo "Strega comanda colori"; noi che giocavamo a
"merda" con le carte; noi che ci sbucciavamo il ginocchio, ci mettevamo il
mercuro cromo, e più era rosso più eri figo; noi che nelle foto delle gite
facevamo le corna e eravamo sempre sorridenti; noi che a scuola ci andavamo da
soli, e tornavamo da soli; noi che abbiamo avuto tutti il bomber blu/verde con
l’interno arancione e i miniciccioli nel taschino; noi che le All Star le compravi
al mercato a 10 mila lire… noi abbiamo avuto una giovinezza spensierata tra
palloni da rincorrere su prati sempre troppo grandi, figurine da "barattare"
finchè la maestra spiegava l’algebra, sogni che ci hanno lanciato verso
l’orizzonte.
E, allora, perché
oggi se lo racconti sembri essere la vecchia nonna quando sussurrava l’eco di
giorni lontani in cui per primo c’era il pane, per contorno l’acqua e come
dessert un pugno di fichi procurati all’ultimo?
Accecante nel suo
realismo l’inchiesta condotta da Panorama sul mondo degli adolescenti. Il
titolo è emblematico: "Mamma, ho perso
l’infanzia"
. In principio il bambino perdette l’aereo, adesso s’è tutto
complicato: s’è persa la giovinezza. Festini a luci rosse alle medie, sigarette
e webcam, telefonino e Ipod, pigiama party e qualche notte dagli amici… hanno
soppiantato i Lego Technic, i puzzle da 10.000 tessere, i Sapientino che
giocando ti costringevano a ripassare la geografia, la matematica e l’italiano.
Tutti a raccontare – tra un brufolo da schiacciare e un po’ di ciccia sporgente
da imprigionare nei tanga ultima generazione – di notti esagerate, di feste
allucinanti, di canne girate impugnate meglio delle Bic. Ma a volte si parla
solo per esaltarsi, per sentirsi grandi, per trasgredire. Poi magari non
succede nulla. Qualcuno la dipinge come la "Generazione Harmony" che si divide
tra gli sms spediti ad MTV e le sapienti puntate della Dott. De Filippi Maria.
Ma se li guardi ti fanno rimbalzare una domanda: "perché volete invecchiare così in fretta, ragazzi?"
Rimane una
consolazione ad imperitura speranza. Appassionati dei terribili film ggg
(l’ultima frontiera del porno) con protagoniste solo ragazzine, sanno però tracciare
drastiche conclusioni: "Tutti uguali:
visti uno, visti tutti"
.
A dodici anni
neppure il porno riesce più ad avvincerli!
Tempo dieci anni:
da cosa si lasceranno sorprendere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy