Ha la passione dell'imprevisto. È un Dio in agguato

Nella vita le cose più grandi sono le più brevi e le più piccole. Non basta forse che uno spermatozoo si incontri con un ovulo, ambedue infinitesimali, per iniziare una nuova vita? Non basta forse un embolo infinitesimale per stroncare una vita?
Coscienti di ciò, nasce la sete della solitudine. E’ il desiderio del deserto che prende tutte le persone che Dio chiama. Se oggi la società sta andando a puttane, se stiamo allevando una società di neuropatici, è perché ci siamo lasciati fregare dalla mania del rumore, che comincia al mattino con la radio accesa, continua durante il giorno con il frastuono delle macchine e finisce a notte fonda con il diapason lacerante delle discoteche.
E’ meraviglioso ciò che si scopre nella Scrittura: Dio non porta l’uomo nel deserto per isolarlo, per farne un superuomo, ma per immergerlo nell’umanità sofferente.
(…)
Il riformatore corregge un sistema. Il rivoluzionario imbocca coraggiosamente una via nuova. La vita di Francesco fu una storia sacra, guidata misteriosamente da Dio attraverso sofferenze ed errori, intuizioni e ricerche, lotte e amicizie. Anche la mia vita è una storia sacra. Anche la tua, la tua, la tua. Dio è presente nella tua vita come lo fu nella vita di tutti i santi. Dio ha su di me, su di te, un progetto personale, misterioso, che andiamo scoprendo giorno per giorno, tra incertezze, errori, peccati, generosità e vigliaccherie. Un progetto che sarà chiaro solo all’ultimo istante della nostra vita. Ed ha un progetto anche sulla storia dei nostri tempi che i potenti della politica, della diplomazia, del clero, della finanza credono di guidare, mentre ne sono soltanto le ridicole mosche cocchiere.
Nonostante tutto il Regno di Dio cresce nel cuore dell’uomo, il lievito fa fermentare la pasta, la semente nascosta nel terreno sta germogliando. Noi cristiani non dovremmo essere profeti di sventura: siamo annunciatori di speranza, attenti a cogliere in ogni uomo e in ogni situazione i segni positivi di risurrezione.
(Dante Clauser, Francesco d’Assisi, Il Margine 2006)

Buongiorno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy