Ha la passione dell'imprevisto. È un Dio in agguato

Nella luce
soffusa di una chiesa di Padova ne individuo i lineamenti. Cappello sul banco,
mani a trattenere la testa brizzolata, occhi fissi su quel Cristo impolverato.
Il sole è appena sorto su Prato della Valle, ma per lui è stata notte di
veglia: laggiù nei campi di Bovolenta, tra casolari diroccati e postini
travestiti per scrivere legalità. Lui, figlio di un Sud lontano, trapiantato
nel Nord benestante e contraddittorio e nascosto in una divisa. In tasca,
forse, il fermaglio della sua donna amata, una foto del suo piccolo, una
conchiglia a ricordargli la melodia del suo mare. Nel cuore la nostalgia.
Inginocchiato a pregare, dimentico del grilletto da
controllare. Mi piace pensare che anche questi ragazzi – troppe volte nascosti
agli onori della cronaca – abbiano un’anima da interpretare, dei sogni da
condividere, delle paure da affrontare, degli affetti da coltivare gelosi nel
cuore. Sotto una divisa…storie di ragazzi, di uomini, di padri. Di sognatori.
Ossequiente di quel religioso silenzio, volo con la
memoria a quella scritta custodita nel refettorio dell’abbazia benedettina di
Praglia: "Fortior e latebris"! (l’acqua sgorga con più forza quando
viene dalle profondità!). Inginocchiato per scoprire nell’anima "acqua fresca"
per la sua vita. Tutto il giorno tra clacson, sirene, radio, chiamate…avverte
il bisogno di un pugno di silenzio!
Nessuno lo ha descritto così bene come Saint –
Exupèry: "Nel domenicano che prega c’è
una presenza densa. Quest’uomo non è mai così uomo come quando è là prostrato
ed immobile. In Pasteur, che trattiene il fiato sopra il suo microscopio, c’è
una presenza densa. Pasteur non è mai così uomo come quando osserva. Allora si
affretta. Allora, anche se immobile, avanza a passi di gigante e scopre la
vastità. Così Cèzanne, immobile e muto, dinanzi al suo abbozzo, è di una
presenza inestimabile; non è mai così uomo come quando tace, prova e giudica.
Allora la sua tela diventa per lui più vasta del mare"
.
Anche
Vasco Rossi finalmente s’è accorto di cosa ci sta sotto la divisa: gente che ci
mette la faccia, che i pugni qualche volta li dà e spesso li prende, che sta lì
nella mischia per lavoro e non per cazzeggio. Una "vita spericolata"!
Dopo anni
d’appostamenti, d’attesa e d’intercettazioni… smascherato un arsenale BR:
complimenti, ragazzi! Salvezza e legalità non sono poi così distanti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy