Ha la passione dell'imprevisto. È un Dio in agguato

Nel giorno del ritiro del grande Re Haile Gebrselassie (ritiro dalla corsa e dal mondo dell’atletica), lungo le strade deliranti di Manhattan battute da un vento gelido, sono riuscito a onorare una gara che, come aticipato da tutti, era assai tosta per il percorso e l’altimetria. Alla fine è uscito un tempo d’oro: 2ore 48minuti 56secondi (poco sopra il mio record personale firmato a Padova su un percorso piatto come un biliardo).

(A breve l’aggiornamento completo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy