Ha la passione dell'imprevisto. È un Dio in agguato

Cos’ha fatto il Maggiore per impedire la partenza del prodigo? Nulla.
Nel segreto, anzi, avrà tirato un sospiro di sollievo. Con la partenza di quello scapestrato, finalmente tornava l’ordine. Tutto a posto: i rami secchi è meglio tagliarli senza pietà.
La Casa era vuota, perché il cuore del Padre era al di là del muro di cinta.
Avrebbe dovuto partire anche lui, andare alla ricerca. Gli si offriva l’occasione di essere lui a ricondurlo nella Casa paterna. “Ci si salva insieme”. E se l’è lasciata sfuggire.
Il brontolamento del Maggiore tradisce il suo complesso di inferiorità nei confronti del peccato.
In fondo al cuore è convinto che il fratello se la sia spassata veramente. Abbia goduto la felicità. Mentre lui, per esigenze di regolamento…
Non ha capito la tragica verità uscita dalla bocca del prodigo: «Io qui muoio di fame!».
Non ha verificato l’impossibilità di spremere dalle creature la felicità. Non ha capito che il cuore dell’uomo trabocca oltre le cose.
Se non ci fosse il Paradiso… Se non ci fosse quella brutta prospettiva di finire arrostiti all’Inferno… Tanti cristiani soffrono dello stesso complesso di inferiorità nei confronti del peccato.
Il Maggiore qualche scappatella sarebbe disposto a farla pure lui, se non temesse di dilapidare i suoi beni, se non fosse condizionato dal giudizio degli altri.
Il Maggiore evita il peccato, non  perché teme di offendere mortalmente un’altra esistenza, o di insudiciare in se stesso l’immagine del Padre, ma unicamente perché ha paura di macchiare la propria fedina spirituale.
Non gl’interessa tanto il proprio rapporto personale con Dio, quanto la propria buona coscienza.

(Alessandro Pronzato, Vangeli scomodi)

Buongiorno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy