0 1 1 1 1 1
La primavera incomincia con il primo fiore,
il giorno con il primo barlume,
la notte con la prima stella,
il torrente con la prima goccia,
il fuoco con la prima scintilla,
l'amore con il primo sogno.

La speranza è la faccia di Dio,
quale si scopre di momento in momento
secondo il volto delle nostre disperazioni.
Poiché tutte le speranze,
anche le più tenui, le più fragili,
perfino i sogni e le illusioni,
appartengono alla speranza.

Un niente basta a far battere un cuore,
come un niente lo può fermare.
E se un niente può fermarci sull'abisso,
la speranza fa suo questo niente;
vi si incarna, ne prende il volto e la voce.

La speranza vede la spiga
quando i miei occhi di carne
non vedono che il seme che marcisce.

(don Primo Mazzolari)

Buongiorno!
Maddalena Negri
L'autore: Maddalena Negri

Classe 1986, orgogliosamente nata sotto il sole del 13 agosto. Ama scrivere e vi si cimenta, con alterna fortuna, dall’età di otto anni. Privilegia, inizialmente, racconti e scopre la poesia solo più tardi, a 14 anni.
Leggi tutto...


Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

Commenti   

Monica
#1 RE: Speranza, volto di DioMonica 2009-11-16 08:04
Semplicemente Grazie.
Buona giornata e Buona settimana,
Monica
donmarcopozza
#2 Un gioco che non è un giocodonmarcopozza 2009-11-16 09:20
Sembra un gioco, eppure non è un gioco! Pensa! Un sabato sera: da sette giorni il figlio attende quelle ore per svagarsi: ma anche la madre aspetta il sabato sera per misurare l’onestà di un figlio. L’esito di un esame: lo studente è impaziente per conoscere l’esito, ma anche il professore è trepidante per capire se ha saputo comunicare durante il corso. L’uscita di un film: lo spettatore è impaziente per l’uscita del nuovo film, ma anche il regista attende l’uscita per vedere come sarà il giudizio del pubblico. Il momento della nascita: il bambino scalpita per uscire, ma anche la mamma non vede l’ora di scrutare quel pezzo di mondo ingegnatosi nel suo grembo. Compiere diciott’anni: un figlio inizia il conto alla rovescia in prima media per essere maggiorenne, ma anche un padre attende quell’ora per osservare come viaggerà la libertà del suo bambino.
Capisci? Se hai due occhi, non è per sbaglio: è perché la vita chiede di raddoppiare le prospettive per rimanerne stregati dalla sua concatenata bellezza.

Parole in corsa meditate stamattina.
Buona giornata!
grace
#3 speranza,volto di Diograce 2009-11-16 09:31
ciao a tutti, grazie e buona giornata
patty
#4 RE: Speranza, volto di Diopatty 2009-11-16 10:03
Iniziare la settimana con questo splendido sole sorto su Roma....cosa c'è di meglio.

Buona giornata.

N.B. - I commenti potrebbero tardare alcuni secondi prima di apparire.

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti!