0 1 1 1 1 1
Un giorno il buon Dio volle fare un’ispezione in Paradiso e scoprì che, assieme ai grandi santi che stavano in pace e in ordine ciascuno nel suo seggio, c’erano molti che quasi cercavano di nascondersi al Suo passaggio.
“Chi è tutta questa gente?”, chiese il Signore. L’Angelo Gabriele, veloce, corse a chiamare San Pietro. Il vecchio portinaio del Paradiso, lentamente (anche per il carico delle chiavi), si mosse.
“Signore, non so spiegare la cosa. Non so da che parte sia entrata tutta questa gente, ce non pare abbia troppo le carte in regola per stare qui dentro”.
“Vedi di vigilare meglio”, gli rispose il Signore.
Allora Pietro decise di vegliare tutta la notte, dietro una colonna, vicino all’entrata del Paradiso. Lo disse a Gesù, e anche Gesù volle tenergli compagnia in quella veglia. Per alcune ore tutto fu normale. Ma ecco che a mezzanotte, si vede un lumicino di lontano, che a poco a poco si avvicina. E’ una lampada che illumina di notte i sentieri del Paradiso.
E’ la lampada della Madonna.
Silenziosamente Essa si accosta alla grande porta del Paradiso e con una chiave d’oro la apre. Una schiera, che non finisce più, si affretta ad entrare gridando: “Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori…”
San Pietro vorrebbe uscire dal nascondiglio: ha scoperto chi è che fa entrare di nascosto a lui tante e tante persone in Paradiso. Vorrebbe impedire la cosa. Ma Gesù gli dice: “Fermati, Pietro: come fa Lei, fa bene!”

Maria, donna bellissima, orienta il quotidiano vagare di uomini e donne. Perchè la vita sia uno stradordinario pellegrinaggio verso la Terra Promessa dell'Eternità.

Buongiorno!
don Marco Pozza
L'autore: don Marco Pozza

Marco Pozza (1979), parroco della parrocchia del carcere Due Palazzi di Padova, è uno «straccio di prete al quale Dio s'intestardisce ad accreditare simpatia, usando misericordia», come ama dire di se stesso.
Leggi tutto...


Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

Commenti   

vincenzo
#1 Grazie Maria!vincenzo 2009-10-07 01:10
E' una storia bellissima. Affidiamoci a Maria, la sua intercessione ci salverà!
faben
#2 Ancora di salvezzafaben 2009-10-07 08:34
Meno male che c'é Lei...
A volte mi sempbra proprio di non farcela.
Buongiorno :D
carmela
#3 carmela 2009-10-07 09:00
buona giornata
Monica
#4 Preghiamo per CaterinaMonica 2009-10-07 09:03
Bentornati,
la vs. presenza sul web allieta la mia giornata e la rende più ricca di riflessioni.

Oggi il mio buongiorno, il mio pensiero di incoraggiamento quotidiano, la mia preghiera è rivolta alla Famiglia del giornalista Antonio Socci che, come potrete leggere sul suo sito personale, sta attraversando insieme alla sua famiglia, un momento di estrema sofferenza e difficoltà.
Vi chiedo fratelli di pregare la nostra Madre santissima, invocata ormai da giorni dalla catena di preghiera interminabile che si è formata in tutto il mondo. Questo abbraccio spirituale arriva alla famiglia Socci e la avvolge di amore, la aiuta a non sentirsi sola ma soprattutto dà loro speranza di vita per la loro cara figlia Caterina.
Dedichiamo la nostra giornata, le nostre fatiche e le nostre gioie a questa giovane e ai loro genitori,... come a trovarci tutti lì davanti a quel letto di ospedale... perchè "dove due o tre sono riuniti nel mio nome...io sono in mezzo a loro" e...tutto ciò che chiediamo con fede nel suo nome verrà concesso perchè...Dio non delude mai i suoi figli. Questa è la nostra speranza.
Monica
Diana
#5 Diana 2009-10-07 09:47
E' bello iniziare la giornata leggendo tutti i giorni delle note così belle. E' un momento tutto mio in cui mi fermo a riflettere....
Grazie Don Marco. Buona giornata a tutti
patty
#6 patty 2009-10-07 10:15
Una preghiera particolare oggi, per la nostra Madre celeste, che ci accompagni nelle nostre povere vicende umane.

Buona giornata
sandropozza
#7 Più del ricino!sandropozza 2009-10-07 13:59
:twisted:Il Signore rispose a Giona: "Tu ti dai pena per quella pianta di ricino per cui non hai fatto nessuna fatica e che tu non hai fatto spuntare, che in una notte è cresciuta e in una notte è perita, e io non dovrei aver pietà di Ninive, quella grande città, nella quale sono più di centoventimila persone, che non sanno distinguere fra la mano destra e la sinistrra, e una grande quantità di animali?".

Coraggio amici: valiamo più di una pianta di ricino!

N.B. - I commenti potrebbero tardare alcuni secondi prima di apparire.

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti!