5 1 1 1 1 1

 

web3 nativity mary joseph baby fair use viral image
Blasfemo. Orribile. Da scomunica. S
embrano improperi degni di un atto terribile contro l’umanità e contro Dio. Sono invece i commenti dinanzi ad un presepe che in questi giorni sta suscitando discussioni e dibattiti. Si astengano gli amanti della dolcezza: Maria, stesa a riposare, dorme tranquilla mentre Giuseppe contempla e culla tra le braccia un Gesù neonato che sbadiglia di gusto; che scandalo questa scena di ordinaria quotidianità!
Come osa la Madre addormentarsi? Come osa la Corredentrice non rimanere inginocchiata in adorazione perenne, ventiquattr’ore su ventiquattro, immobile come una statuina da presepe? Ma, soprattutto, come osa Giuseppe, il Giusto, cullare il Verbo fatto carne come fosse un bambino come tutti gli altri?
A queste domande verrebbe quasi da ridere, se non ci fosse già da piangere, perché esse sono davvero state esternate con convinzione totale che non lascia nemmeno uno spiraglio aperto per qualche atomo di tenerezza.
Cos’è, per i cristiani, il presepe?
Una semplice rievocazione e rappresentazione storica della nascita di Gesù? Se il presupposto è questo, facciamo attenzione: la quasi totalità dei presepi del mondo riportano delle inesattezze macroscopiche. Sì, anche quello che sta sul ripiano accanto a voi (e a me). Ci si passa sopra con estrema facilità, proprio perché questo fermo immagine della notte in cui il Verbo venne al mondo come uomo ha tutt’altro scopo.
Come per la Pasqua, anche la notte di Natale è un memoriale. Che non è un semplice ricordare, ma un rivivere vero e proprio, un tornare a quel momento con gli occhi dello spirito (o con i famigerati “piedi teologici” che tanto piacevano al nostro professore di Sacramenti).
Oggi è nato per voi un Salvatore.” (Luca 2,11)
Il Natale entra nella storia dell’umanità, ma rimane ancorato all’eternità da cui proviene, per questo quell’oggi può risuonare squillante tanto ai giorni nostri quanto duemila anni fa.
Dio chiede di nascere ogni giorno nel cuore dell’uomo, nella sua quotidianità, nei suoi passi accanto a quelli dei fratelli.
Ecco allora il significato originario del presepe: non una semplice rievocazione, né una sorta di foto ricordo, né tantomeno un semplice addobbo. E’ invece una porta spalancata su un Amore che s’è tuffato dal cielo alla terra, per abbracciare il nostro quotidiano e renderlo qualcosa di incredibilmente bello. Anche quel quotidiano, come un sonno ristoratore calato sugli occhi, magari dopo ore di veglia colma di meraviglia e preghiera; o come un abbraccio quasi furtivo dato da una creatura di nome Giuseppe al suo Creatore fatto bambino.
La Misericordia per prima non ha avuto paura della tenerezza. Se l’è anzi cucita addosso, come carne di neonato da poco venuto al mondo. Se la terrà fino alla fine, pregando per i suoi uccisori dal legno di una croce e aprendo il suo “oggi” ad un ladrone che mendicava amore in punto di morte.
Facciamo altrettanto anche noi. Impariamo a rivestirci e rivestire il nostro fare, guardare, pensare con l’abito della tenerezza. Scopriremo che anche un semplice presepe quasi fuori dall’ordinario è invece una encomiabile lezione d’amore.

 

Credits Immagine: Aletheia

Chiara Liberti
L'autore: Chiara Liberti

Vicentina, classe 1979, piedi ben piantati per terra e testa sempre tra le nuvole. È una razionale sognatrice, una inguaribile ottimista ed una spietata realista.
Leggi tutto...


Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

Commenti   

PaoloGiuseppe
#1 RE: Tenerezza: Missione Possibile!PaoloGiuseppe 2019-12-23 12:31
PaoloGiuseppe
#2 RE: Tenerezza: Missione Possibile!PaoloGiuseppe 2019-12-23 12:32
PREGHIERA A MARIA SANTISSIMA PRIMA DEL RIPOSO NOTTURNO:

O Vergine, si fa tardi,
tutto si addormenta sulla terra,
è l'ora del riposo: non abbandonarmi!

Metti la tua mano sui miei occhi
come una buona madre.

Chiudili dolcemente alle cose di quaggiù
L’anima mia è stanca di affanni e di tristezze,
la fatica che mi attende è qui, a me vicina.

Metti la tua mano sulla mia fronte,
arresta il mio pensiero.

Dolce sarà il mio riposo,
se benedetto da te,
perché domani il tuo povero figlio
si desti più forte
e riprenda allegramente
il peso del nuovo giorno.

Metti la tua mano sul mio cuore.
Lui solo vegli sempre e ridica al suo Dio
un amore eterno.

(p. Claude Wittcok)

La preghiera a Maria è disponibile su
www.radiomaria.it nella sezione DOCUMENTI (dopo semplice registrazione/iscrizione al sito) è pregata alle h.22.30 circa a Radio Maria a fine di preghiera Compieta

PASQUA GESU’ RISORTO: Credo che Gesù Cristo risorgendo ha indicato di essere l'unico Salvatore;
La luce della resurrezione non fa scomparire la croce ma aiuta il credente a capire il mistero di vita e amore che vi si sprigiona.

Se trascuriamo questa connessione ci esponiamo a delusioni talora drammatiche.
La gioia pasquale e l'annuncio di Pasqua devono fare il conto con la realtà nella quale nulla sembra essere cambiato e continuano a sussistere malattia, morte, odio inquietudini sociali.

La Pasqua non toglie immediatamente queste realtà, ma ci dice che, se Cristo è vivo nella gloria di Dio, se Cristo è vivo nella Chiesa e nella storia, se è quindi vivo in noi, questo ci rende possibile amare e sperare sempre più.





PREGHIERA AL SIGNORE GESU’
PRIMA DELLA NOTTE:

Signore Gesù,
Signore salvaci. Maria aiutaci. La croce c'è ma è del Risorto. anche noi risorgeremo Coraggio.... ave Maria e avanti!



Non tenere Gesù lontano dal tuo cuore… e Maria ci aiuta in questo..



CATECHESI GIOVANILE
(a cura di padre LIVIO FANZAGA)
VENERDI’ da S. Rosario h 20.40 a h 23.00

E tanti altri programmi … una voce cristiana nella tua casa …

www.radiomaria.it (Radio Maria in Italia)

www.radiomaria.org (molte radio in varie nazioni del mondo)

N.B. - I commenti potrebbero tardare alcuni secondi prima di apparire.

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti!