0 1 1 1 1 1
A  Padova c'è aria di vacanza: ancora qualche ora e la campanella romperà le righe. Libri in soffitta, zaini svuotati di cultura e riempiti di sole, creme e abbronzature. Basta grembiulini ordinati, logo della scuola sulla maglietta, orologio alla mano. Spazio a costumi spaziali o invisibili, magliette attillate e infradito, pantaloncini corti e occhiali a specchio. Addio muretti del Tito Livio, giardinetti del Fermi, aule del Nievo: d'ora in poi ci s'incrocerà a Malpensa, Fiumicino, Francoforte. Ogni stagione ha le sue "aule scolastiche".
Arrivederci, vecchia scuola! E tante grazie per quest'anno! Per aver appreso sui banchi di scuola il latino di Virgilio, il greco di Platone, la Provvidenza del Manzoni. Ma anche la fantasia di scuolazoo.com, l'ironia appurata di John Beer, le effigi di docenti crocifissi su Youtube. 365 giorni che ti hanno visto mascotte onoraria di quasi tutte le edizioni di Studio Aperto, il telegiornale più credibile della nazione. Rappresentata dal Ministro Fioroni, dalle più alte autorità culturali che tentano a fatica di rinverdire la tua importanza, t'abbiamo apprezzato per la maestra di Lecce e la prof di Pordenone (chiediamo il loro trasferimento a Padova). Di te parlano avvocati, giuristi, politici, macellai e cantanti. Nelle tue aule abbiamo studiato l'Etica di Aristotele, l'Anabasi di Senofonte e i Grandi Idilli di Leopardi... ma tra una lezione e l'altra ("in Veneto non stemo mai coe man in man" - recita una pubblicità della San Souci) abbiamo rullato qualche cannone, improvvisato e videofilmato qualche strip-tease. Insomma siamo piccoli seguaci di Fabrizio Corona. Afferrata la dignità classica dell'uomo, la bellezza nell'arte della donna, il sapore di antichi valori... abbiamo concluso che una cavolata fatta in classe fa più ridere. Però magari domani cambierà...
Ci siamo inventati uno sciopero per le ecocomafie che non conosciamo perché volevamo fare un po' di vacanza. Insomma t'abbiamo raccontato un' eco-balla.
Insomma, vecchia scuola, un po' ci mancherai. Perché, tutto sommato, ci siamo divertiti! A chi deve iniziare gli esami...la nostra solidarietà! Con l'augurio che possiate imbattervi in uno di quei docenti visionati su Youtube mesi fa.
Sareste fortunati avere la sua presenza: dicono sia molto richiesto dagli studenti. Motivo? E' presente ma in realtà è assente! Insomma: si copia!
don Marco Pozza
L'autore: don Marco Pozza

Marco Pozza (1979), parroco della parrocchia del carcere Due Palazzi di Padova, è uno «straccio di prete al quale Dio s'intestardisce ad accreditare simpatia, usando misericordia», come ama dire di se stesso.
Leggi tutto...


Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

N.B. - I commenti potrebbero tardare alcuni secondi prima di apparire.

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti!