Laura Giulian

Laura Giulian, classe ‘85, un’ottima annata! Professoressa precaria per sogno nel cassetto, passione, vocazione. Affascinata dal mondo dell’educazione e dai suoi protagonisti. Laurea triennale in Scienze motorie conseguita nella sua amata Padova, laurea magistrale sudata andando su e giù da Urbino. Una donna in continuo movimento nel corpo e nello spirito. Ha lavorato nell’ambito sportivo come allenatrice di pallavolo nel settore giovanile e in tutto l’ambito scolastico, dalla primaria alle “superiori”. Insegnare ce l’ha nel sangue e adora tutti i suoi alunni.

Ama leggere, fare puzzle, suonare, scrivere, andare a correre e giocare a calcio. Juventina da sempre. Una vita dinamica alla continua ricerca della pienezza, quella che sazia il cuore. Attraverso le parole ama dare forma al mondo che le abita dentro e prova a rendere Parola spezzata la realtà quotidiana che la circonda. L’Incontro con quell’Uomo dallo sguardo amante e guarente le ha cambiato il modo di guardare la vita e le persone, in ciascuno abita un Mistero di bellezza.

Ha incontrato tanti anni fa don Marco in una chiesa della città senza mai conoscerlo. L’ha incontrato per davvero in carcere e da lì hanno iniziato a condividere Parole di vita vissuta.


Citazioni preferite

“[...] non è possibile unire i puntini guardando avanti; potete solo unirli guardandovi all’indietro. Così, dovete aver fiducia che in qualche modo, nel futuro, i puntini si potranno unire.”
(Discorso di Steve Jobs agli universitari di Stanford nel 2005)

Sogno una scuola [...] uno spazio in cui ognuno trovi il dono che ha da fare al mondo e cominci a lottare per realizzarlo, in cui ciascuno trovi un’ispirazione che abbia la forza di una passione profonda, che gli dia energia per nutrirsi di ogni ostacolo
(A. D’Avenia, L’arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita, Mondadori 2016)

La nostra più grande paura non è quella di essere inadeguati, la nostra più grande paura è quella di essere potenti al di là di ogni misura. E' la nostra luce, non la nostra oscurità che più ci spaventa. Agire da piccolo uomo non aiuta il mondo... Non c'è nulla di illuminante nel rinchiudersi in sé stessi, così che le persone intorno a noi si sentiranno insicure. Noi siamo nati per rendere manifesta la gloria che c'è dentro di noi! Non è solo in alcuni di noi, è in tutti noi!
(Tratto dal film “Coach Carter”)


Ultimi articoli pubblicati