E' uno di quelli avversari che non avrei mai voluto incontrare sul mio cammino verso la vittoria, nemmeno in allenamento: si chiama Manlio Gasparotto (in arte Peppone). Eppure in un solo week-end le nostre strade s'incastrano due volte (e chissà quante altre prossimamente): sabato sera a Jesolo (20.30) per la The Run by Powerade e domenica mattina nello splendido scenario del Ponte Degli Alpini a Bassano del Grappa (VI) per la "Mezza Maratona del Brenta" (9.30). La letteratura ufficialmente ci è sfavorevole: mai don Camillo e Peppone avrebbero messo gli scarpini per sfidarsi; meglio i comizi accesi del celebre sindaco, i dialoghi notturni del Camillo presbitero, la lotta tra potere temporale e spirituale nelle campagne della Bassa Padana. Chissà mai che non aggiungiamo un capitolo a questa splendida narrativa alla quale son cresciute generazioni intere. Infatti noi tenteremo - se il mio Peppone sarà clemente - di unire le forze per costruire qualcosa di educativamente intrigante, di sportivamente bello, di moralmente pulito. Da parte mia ci metto la filosofia "brevettata" dalla celebre coppia mentre si sfidava in biciletta: “se uno supera l’altro, dopo si ferma ad aspettarlo”. Sabato sera prometto di rispettarla. Domenica mattina... vedremo! Rimane, però, la cosa più bella, quella che racconta che per noi lo sport è educazione: e le centinaia e centinaia di km che macineremo da Jesolo a Milano 2011 passando per Bassano del Grappa, Ascoli-San Benedetto del Tronto, Fidenza e New York avranno come unico scopo e obiettivo quello di mostrare l'altra faccia dello sport, di scavare detro l'animo dell'atleta per illuminare l'entroterra che prepara alla sfida. Laddove un limite da superare, un record da abbattere, un sano agonismo altro non sono che categorie splendide e fortunate per fare non solo di un semplice atleta un grande campione ma anche per fare di un semplice ragazzo un possibile vincitore nella vita. Ufficialmente prende il via domani sera la nostra avventura: ma l'entusiasmo che si respira nella gente in cui c'imbattiamo racconta di un sogno che non è più solo di don Camillo e Peppone ma di un intero paese che andiamo tessendo all'anagrafe giorno dopo giorno.
E allora sarà emozionante, ad avventura traghettata, ritrovarsi magari nella stessa piazza o sullo stesso lungomare a raccontarci le peripezie, gli aneddoti e le piccole gioie raccolte sui sentieri battuti con passione, entusiasmo e caparbietà. In fin dei conti anche questo è lo sport.

***

Un grazie speciale per questo fine settimana agli amici de La Gazzetta dello Sport per l'organizzazione della tappa di Jesolo. E agli amici - perchè tali sono diventati in un battibaleno - organizzatori della Mezza di Bassano del Grappa: per l'accoglienza, la simpatia e l'affetto con il quale ci hanno sostenuto sin dalla prima provvidenziale telefonata. D'altronde, carissimo Peppone, qui da noi (io giocherò in casa!) l'ospitalità si tramanda di generazione in generazione!

Commenti   

manrico urbani
#1 e vaiiiiiiiiiiiiiii.......!!!!!!!!!!!!!!!!manrico urbani 2010-09-04 14:35
in bocca al lupo don camillo e peppone.. da Jesolo a Milano 2011.....vi aspettiamo a fine mese a San Benedetto del Tronto....
ciao,ciao manrico e l'A.S.D. PORTO 85..!!!

N.B. - I commenti potrebbero tardare alcuni secondi prima di apparire.

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti!