DONAZZAN: NELLA "MEZZA MARATONA DEL BRENTA" SPORT COME EDUCAZIONE

Bassano del Grappa (VI), 1 settembre 2010 - "La Regione ha sempre apprezzato e favorito sport come questi, nella fattispecie con gli assessori Massimo Giorgetti gli scorsi anni e con Marino Zorzato ora, e il mio merito è invece quello di aver coinvolto in questa gara uno straordinario uomo, sacerdote, un esempio qual è Don Marco Pozza". Elena Donazzan, assessore regionale al Lavoro, interviene così nel corso della conferenza stampa di presentazione della "V mezza maratona del Brenta", l'evento podistico in programma domenica 5 settembre, che si svolgerà tra Bassano del Grappa, Marostica, Nove, Cartigliano e Rosà e aggiunge: "Farò intervenire Don Marco anche in attività che organizzeremo nei prossimi mesi, proprio in virtù di sue scelte di vita, e nell'ottica di invito all'impegno in sport importanti dove le regole sono quelle che ciascuno si dà per il raggiungimento di un risultato". Don Marco Pozza partecipa in quest'occasione (e poi alla New York City Marathon 2010 e alla Maratona di Milano di aprile 2011) al progetto sportivo-culturale ideato in collaborazione con La Gazzetta dello Sport e De Agostini Scuola Editore "Lo sport, la fede, la New York City Marathon 2010", che nasce come tentativo di favorire il concetto di "sport come educazione" nelle scuole italiane. "L'educazione - specifica Donazzan - è esempio, e l'esempio è educazione".
"Lo sport - aggiunge quindi l'assessore regionale - è anche testimonianza di vita, di stile di vita, e il podismo va visto sicuramente come stimolo nei confronti dei nostri giovani".
"Giovani e studenti - conclude Donazzan - cui rivolgo proprio l'invito lanciato da Don Marco, ossia di tenere l'arco sempre alto, perché solo così la freccia può andare lontano".

N.B. - I commenti potrebbero tardare alcuni secondi prima di apparire.

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti!